IL VIVALDI SACRO DI BERRINI INCANTA LE MUSE

vivaldi_news_big

Un successo clamoroso, giovedì scorso 19 dicembre alle Muse di Ancona, per il Concerto di Natale interamente dedicato alla musica sacra di Antonio Vivaldi che la FORM ha realizzato in collaborazione con la Società Amici della Musica  "G. Michelli"; successo che ha bissato quello già ottenuto nel debutto del giorno precedente al Rossini di Pesaro, per la stagione dell'Ente Concerti.
Il pubblico anconetano, accorso numersoso per la serata, ha accolto con calorosissimi applausi la coinvolgente interpretazione che Marco Berrini, alla guida dell'Ars Cantica Choir e dell'Orchestra Filarmonica Marchigiana, ha offerto dei tre brani in programma: il Magnificat in sol min. RV 610, l'Introduzione al Gloria "Ostro picta, armata spina" RV 642 e il celebre Gloria in re magg. RV 589. Berrini è riuscito a creare un'amalgama perfetto fra gli esecutori, traendo dal complesso vocale e strumentale un suono pulito e caldo, un'intonazione esatta, un sincronismo ritmico senza esitazioni, fraseggi eleganti ma pieni di intensità. Il tutto secondo un'intenzione musicale filologicamente corretta e tuttavia straordinariamente espressiva che ha letteralmente conquistato gli spettatori. Bravi anche i solisti, scelti fra i migliori elementi del coro: i soprani Maria Candela Scalabrini e Ilaria Zuccaro, il contraltista Floriano D'Auria e il tenore Massimo Lombardi.
Eseguito il programma ufficiale, gli interpreti hanno soddisfatto le insistenti richieste di bis con altri quattro brani, fra cui, oltre all'Ave verum mozartiano eseguito come omaggio finale in modo ineccepibile, una bella versione a cappella del noto canto natalizio Adeste fideles, con un piacevolissimo coinvolgimento a sorpresa di tutto il pubblico durante l'intonazione dell'inciso "Venite, adoremus".