GRAN FINALE PER LE STAGIONI DI CHIARAVALLE E MACERATA

littera_thumb

VIAGGI: DA VIVALDI A GERSHWIN, con l’armonicista Gianluca Littera

ANCONA 18/04/2014 – Con un’anteprima il 22 aprile, ore 21, al Teatro La Nuova Fenice di Osimo, la FORM-Orchestra Filarmonica Marchigiana chiude alla grande le stagioni sinfoniche di Chiaravalle e Macerata con il concerto “Viaggi: da Vivaldi e Gershwin”, in programma mercoledì 23 al Teatro Valle, ore 21.15, e giovedì 24 al Lauro Rossi di Macerata, ore 21.
Protagonista del concerto l’armonicista italiano Gianluca Littera, uno tra i pochissimi solisti al mondo a proporsi in ambito classico e jazz (vantando collaborazioni da Ennio Morricone e Renato Zero), il quale torna ad esibirsi con la FORM nelle Marche dopo il successo ottenuto alcuni anni fa.
La voce dolce e incantevole del suo strumento, l’armonica a bocca, guida l’Orchestra Filarmonica Marchigiana in un fantastico viaggio musicale che si snoda fra diversi mondi e paesaggi: dalla luminosa Venezia barocca di Vivaldi alla sanguigna Spagna di Moody, dall’appassionata, inquieta Argentina di Piazzolla all’esuberante America di Gershwin.
Il programma propone il Concerto in la min. RV 522 di Vivaldi in una inedita e accattivante versione per violino, armonica e archi; due brani di James Moody: Toledo, fantasia Español para Harmonica y Orquesta nella versione per archi di Gianluca Littera e Bulgarian Wedding Dance per armonica e archi; Oblivion – Libertango di Astor Piazzolla (versione per armonica e archi di Littera); George Gershwin Fantasy, fantasia concertante per armonica, trio jazz e orchestra su musiche di Gershwin, opera su commissione FORM di Massimo Morganti. Primo violino concertatore Alessandro Cervo.