La FORM chiude le stagioni di Macerata e Jesi con Danilo Rea

rea_news_big

La Filarmonica Marchigiana rivisita in chiave jazz i grandi classici della sinfonica

ANCONA 28/04/2015 - L’Orchestra Filarmonica Marchigiana incontra la musica jazz nel grande concerto di chiusura delle stagioni di Macerata e Jesi, in programma il 28 al Lauro Rossi e il 29 al Pergolesi.
Nelle sue stagioni la FORM riserva sempre uno spazio particolare alla sperimentazione di interessanti contaminazioni fra il genere sinfonico classico e altri “di confine”, e quest’anno si propone insieme a uno dei talenti pianistici più versatili del panorama italiano: Danilo Rea.
Con Danilo Rea Meets FORM: Classic in Jazz, l’Orchestra Filarmonica Marchigiana conferma questa linea innovativa, proponendo al suo pubblico un’accattivante rivisitazione in chiave jazz di musiche di autori classici come Čajkovskij, Ravel, Puccini, Mozart.
Danilo Rea, musicista vicentino dai vasti e multiformi interessi culturali, ha debuttato nel jazz nel 1975 con Enzo Pietropaoli e Roberto Gatto, formando il Trio di Roma e collaborando, negli anni, con grandi nomi del jazz americano come Chet Baker, Lee Konitz, John Scofield, Joe Lovano e Art Farmer. Nel 1997 dà vita, insieme al contrabbassista Enzo Pietropaoli e al batterista Fabrizio Sferra, ai Doctor 3. Anche in ambito pop, sono numerose le sue collaborazioni, come pianista di fiducia di artisti quali Mina, Claudio Baglioni, Pino Daniele e Gino Paoli.
Ad accompagnarlo in questa eccitante avventura musicale la Filarmonica Marchigiana diretta da Stefano Fonzi, arrangiatore e orchestratore dei brani in programma. Il concerto è realizzato in collaborazione con Marche Jazz Network.