Stefan Milenkovich chiude in bellezza la stagione FORM

milenkovich2015_fermo_news_big

Il celebre violinista torna con il programma Otto stagioni, un concerto dedicato a Le quattro stagioni di Vivaldi e a Las quatro estaciones porteñas di Astor Piazzola. Nove date in calendario dal 28 aprile al 9 maggio, di cui sette nelle Marche

ANCONA 26/04/2016 ― Si chiude con il botto la stagione sinfonica 2015/16 della FORM, grazie al ritorno del grande violinista Stefan Milenkovich, dopo tre anni di successi sensazionali e apprezzamenti del pubblico marchigiano.
Il programma si intitola Milenkovich: Otto stagioni e unisce due grandi e diversi classici della musica, Le Quattro Stagioni di Antonio Vivaldi (da “Il Cimento dell'Armonia e dell’Invenzione”, op. VIII), capolavoro “pittorico-musicale” del Settecento che ha inaugurato il genere dalla cosiddetta musica descrittiva, e Las Cuatro Estaciones Porteñas (Le Quattro Stagioni “da Buenos Aires”) di Astor Piazzolla, nella versione per violino e archi, ispirate alla luce, ai paesaggi e alle tradizioni popolari dell’Argentina.
Nove le date in calendario, di cui ben sette nelle Marche, completate da una masterclass a Pesaro e da tre incontri nella scuole (Macerata, I.C. Dante Alighieri; Osimo, I.I.S. Corridoni-Campana e Ancona, liceo Rinaldini). Si parte giovedì 28 aprile, ore 21, al Teatro Valle di Chiaravalle con la prova aperta; quindi venerdì 29 aprile, ore 21, al Teatro Pergolesi di Jesi; sabato 30 aprile, ore 21, al Teatro La Nuova Fenice di Osimo; martedì 3 maggio, ore 21, al Teatro Lauro Rossi di Macerata; venerdì 6 maggio, ore 21.15 al Teatro Gentile di Fabriano; sabato 7 maggio, ore 21 al Teatro della Fortuna di Fano; lunedì 9 maggio, ore 21 all’Aula Magna di Ateneo “Guido Bossi” (per la rassegna FORM-OFF, in collaborazione con l’Università Politecnica delle Marche e Amici della Musica “G. Michelli”). I concerti fuori regione sono giovedì 5 maggio al Teatro Umberto Giordano di Foggia (in collaborazione con gli Amici della Musica di Foggia) e domenica 8 maggio al Teatro del Giglio di Lucca (in collaborazione con l’Associazione Musicale Lucchese).
Stefan Milenkovich, accompagnato dall’Orchestra Filarmonica Marchigiana, si esibisce come violino solista e concertatore, in un programma che va dal barocco descrittivo di Vivaldi al nuevo tango dell’argentino Astor Piazzolla. Si tratta di un concerto in cui la maestosità e la grandezza delle Quattro stagioni di Vivaldi si mescolano con i ritmi passionali e sanguigni di Piazzolla. Il violinista serbo è un’artista di respiro internazionale, e sin da giovanissimo ha avuto riconoscimenti importanti. Si è esibito per il presidente degli Stati Uniti Ronald Reagan a 10 anni durante il Concerto di Natale a Washington, a 11 a Belgrado per Michail Gorbačëv, a 14 per Papa Giovanni Paolo II. A 16 anni ha collezionato il suo 1000° concerto.
Artista poliedrico, si è anche esibito live presso l’Apollo Theater di New York City con i Gorillaz, virtual band riconosciuta a livello mondiale.