L’eroismo in musica con FORM-OFF

u35giovani-interpreti_news_big

Giovedì 9 marzo concerto all’Università Politecnica delle Marche con musiche di Beethoven e una composizione di Lamberto Lugli dedicata a Jan Palach, l’eroe della Primavera di Praga. Domenica replica a Chiaravalle

ANCONA, 7 marzo – L’eroismo è il tema conduttore del prossimo programma dell’Orchestra Filarmonica Marchigiana. Giovedì 9 marzo, l’appuntamento della rassegna FORM-OFF - I concerti dell’Aula Magna promossa dall’Università Politecnica delle Marche e dalla FORM in collaborazione con gli Amici della Musica “G. Michelli” e con il patrocinio del Comune di Ancona, vede l’esibizione di due eccellenti giovani interpreti italiani: il sassofonista Alex Sebastianutto e il direttore d'orchestra Stefano Pecci.
Nell’Aula Magna dell’Ateneo di Ancona Guido Bossi, alle 21, si parte con L’Ouverture Coriolano in do min. Op. 62 di Beethoven dedicata all’antico condottiero romano, ribelle contro la sua stessa patria, per proseguire poi con una composizione per sassofono e orchestra, Jan’s Shriek, scritta da Lamberto Lugli e ispirata alla figura del giovane studente cèco Jan Palach. Composta nel 2003-2004, con successiva revisione nel 2016 (la versione eseguita in questa serata), è dedicata alla memoria del ragazzo che il 19 gennaio 1969, durante la Primavera di Praga, si diede fuoco per protesta contro il regime totalitario che opprimeva il suo popolo.
Conclude la serata la Sinfonia n. 2 in re magg. Op. 36 di Beethoven, opera potente e irrequieta, già proiettata verso la rivoluzione preromantica dell’Eroica.
Vincitore di otto concorsi nazionali e internazionali, Sebastianutto ha all’attivo diverse registrazioni discografiche e collaborazioni che spaziano anche nell’ambito della musica leggera. Ha collaborato con l’Orchestra Filarmonia Veneta, l’Orchestra del Teatro Verdi di Trieste e l’Orchestra Sinfonica del Friuli Venezia Giulia.

Biglietto unico a 10 euro, per gli studenti 4 euro, in vendita presso la biglietteria dell’Aula Magna il giorno del concerto dalle ore 20.30.

La serata viene replicata domenica 12 marzo, alle 17.30 al Teatro Valle di Chiaravalle. Come tradizione, nel quarto d’ora che precede i due concerti c’è una breve presentazione introduttiva fatta di riflessioni, informazioni curiosità sul programma musicale.