La FORM a Jesi con la Seconda di Brahms

brahms2_news_big

Mercoledì 12 aprile l’Orchestra Filarmonica Marchigiana porta sul palco del Pergolesi i grandi temi romantici dell’eroismo e della natura con i giovani talenti Alex Sebastianutto, Stefano Pecci e Daniele Rossi

JESI 10 aprile - Mercoledì 12 aprile l’Orchestra Filarmonica Marchigiana torna sul palco del Teatro Pergolesi. Al pubblico di Jesi viene riservato un affascinante concerto sinfonico affidato a giovani esecutori di talento che affronta due grandi temi del Romanticismo europeo: il tema dell’eroismo e quello della natura.
Il primo viene rappresentato dall’Ouverture Coriolano in do min. Op. 62 di Beethoven dedicata all’antico condottiero romano ribelle contro la sua stessa patria, per proseguire poi con una composizione per sassofono e orchestra, Jan’s Shriek, scritta da Lamberto Lugli e ispirata alla figura del giovane studente cèco Jan Palach. Composta nel 2003-2004, con successiva revisione nel 2016 (la versione eseguita in questa serata), è dedicata alla memoria del ragazzo che il 19 gennaio 1969, durante la Primavera di Praga, si diede fuoco per protesta contro il regime totalitario che opprimeva il suo popolo.
Il tema della natura, invece, viene espresso con forza e dolcezza straordinarie nella Seconda Sinfonia in re magg. Op.73 di Brahms.
Protagonisti del concerto, che avvale della collaborazione della Scuola di Direzione d’Orchestra del Conservatorio “G. Rossini” di Pesaro, il sassofonista Alex Sebastianutto, i direttori Stefano Pecci e Daniele Rossi, che si alternano nella direzione d’orchestra, e alcuni tra i migliori allievi del Conservatorio inseriti nell’organico della FORM.

Biglietti da 4 euro (scuole), a 12 (ridotto per under 30 anni e over 60, associazioni, Cral, Arci, Italia Nostra, tessere autorizzate, abbonati alla stagione di prosa e/o lirica del Teatro Pergolesi) e 18 (interno). Info biglietteria Teatro Pergolesi: 0731/206888 | biglietteria@fpsjesi.com.