DI BONAVENTURA E LA FORM CON "TANGO SUITE", TRIBUTO AD ASTOR PIAZZOLLA

tangosuite_news_big

Parte mercoledì 19 aprile da Chiaravalle il lungo tour di Daniele Di Bonaventura con la FORM String Ensemble dedicato al tango argentino e alla sua storia. Tappe a Teramo, Macerata, Fabriano, Jesi e Ancona.

CHIARAVALLE 14 aprile - La musica del tango, dolce e violenta, sprezzante ed appassionata, malinconica ed entusiastica, è la grande protagonista di questo straordinario tributo ad Astor Piazzolla dal titolo "TANGO SUITE" che debutterà mercoledì 19 aprile al Teatro Valle di Chiaravalle (ore 21.15) per proseguire poi il 20, alle ore 21, all'Aula Magna del Convitto Nazionale "Melchiorre Delfico" di Teramo (in collaborazione con la Società "Primo Riccitelli"), e, alla stessa ora, il 21 al Lauro Rossi di Macerata, il 24 al Gentile di Fabriano, il 26 al Pergolesi di Jesi e infine l'8 maggio all'Aula Magna di Ateneo "Guido Bossi" di Ancona per la rassegna FORM-OFF. Protagonista del lungo tour di concerti il marchigiano Daniele Di Bonaventura, uno dei più interessanti interpreti contemporanei di bandoneon, che si esibirà insieme all'ensemble d'archi della FORM-Orchestra Filarmonica Marchigiana in un programma di splendide musiche di Ángel Gregorio Villoldo, di Carlos Gardel, di Astor Piazzolla e dello stesso Di Bonaventura che illustrano la storia del tango.
Dopo aver percorso per diversi anni, insieme al suo bandoneon, sperimentazioni di ogni tipo, ricerche di nuovi linguaggi e collaborazioni con le personalità artistiche più disparate, Daniele di Bonaventura ritorna al tango, il suo primo amore, dedicando questo concerto alla memoria del grande maestro argentino Astor Piazzolla (per i venticinque anni dalla sua scomparsa), che lui stesso ascoltò e vide per la prima volta nel 1986 al Festival Jazz di Ravenna, quando ci fu lo storico incontro con il vibrafonista americano Gary Burton. Questo omaggio vuole ripercorrere in senso cronologico gli amori di Daniele di Bonaventura per la musica argentina, e cioè il tango sanguigno tradizionale, il tango cancion del mitico Carlos Gardel e quello moderno di Astor Piazzolla, per finire con una Tango Suite contemporanea composta da lui stesso per l’occasione.
Nato a Fermo, Di Bonaventura è compositore-arrangiatore, pianista-bandoneonista. Le sue collaborazioni spaziano dalla musica classica a quella contemporanea, dal jazz al tango, dalla musica etnica alla world music, con incursioni nel mondo del teatro, del cinema e della danza. Ha partecipato nei principali festival internazionali dall’Africa all’Asia, dall’Europa alle Americhe, suonando, registrando e collaborato con artisti di fama mondiale, da musicisti ad ensemble orchestrali, da registi ad attori, da scrittori a danzatori ed artisti visivi. Ha pubblicato più di 70 dischi con le etichette discografiche più prestigiose.