La FORM si misura con i migliori concerti viennesi di Mozart

km2_news_big

Tre serate di musica, dirette da Alessandro Cadario, in programma a Pesaro, Fabriano e Ancona. Con l’Orchestra Filarmonica Marchigiana la pianista Leonora Armellini e il compositore Francesco Antonioni.

ANCONA 1 maggio - La FORM porta i migliori concerti viennesi per pianoforte e orchestra di Mozart nei teatri marchigiani. Tre gli appuntamenti in programma: mercoledì 3 maggio al Teatro Rossini (in collaborazione con l’Ente Concerti), giovedì 4 al Gentile di Fabriano e venerdì 5 maggio alle Muse di Ancona (con la Società Amici della Musica "G. Michelli”).
Il progetto dell’Orchestra Filarmonica Marchigiana si chiama KM – KONTINENT MOZART è composto da due parti ed è iniziato nel 2016. Il trait d’union è la presenza del composito-re contemporaneo Francesco Antonioni con le sue innovative “guide all’ascolto musicali”: moderne rielaborazioni di motivi tratti dai concerti mozartiani in programma, integrate con testi scritti e recitati dallo stesso compositore che testimoniano l’intramontabile attualità della musica di Mozart.
Protagonista di questo secondo appuntamento diretto da Alessandro Cadario, Direttore ospite principale dell’Orchestra de I Pomeriggi Musicali di Milano, è la giovane pianista di talento Leonora Armellini, già molto apprezzata nella scorsa stagione per le sue interpre-tazioni dei concerti beethoveniani.
Il programma è interamente dedicato al genio austriaco che ha “reinventato” tutti i generi musicali della sua epoca. Si parte con l'Ouverture da Le nozze di Figaro, quindi il Concerto n. 12 K. 414, il primo scritto dal compositore a Vienna per conquistarsi un suo pubblico. Prima della chiusura con il Concerto n. 23 K. 488, tra i più noti e amati, dove l’autore ha ormai definitivamente attratto a sé i viennesi coinvolgendoli nella straordinaria ricchezza e profondità del proprio mondo interiore, una prima esecuzione assoluta di Francesco Antonioni con Code K2-488, per voce narrante e orchestra.